L'Idea di Base

idea

Ci chiedevamo come dare un valore aggiunto alla Via Appia Antica. Creare un’applicazione di realtà virtuale è praticamente impossibile, a causa dell’estensione dell’area interessata (circa 5 miglia). Ma soprattutto volevamo raccontare ai visitatori e ai turisti delle storie che li catturassero, e non mostrare spazi 3D virtuali, vuoti e poco comunicativi,

Abbiamo quindi scelto il modo più semplice di raccontare storie: la voce. Portando queste storie dove è più comodo: sullo smartphone dei visitatori. Dove possono essere accessibili e fruibili il più facilmente possibile.

E poiché gli smartphone sono sempre localizzabili sul territorio, possiamo sapere con precisione dove sono i visitatori e cosa stanno guardando. Così possiamo inviargli immediatamente i racconti giusti.

Racconti da ascoltare con le cuffie, camminando sull’Appia, guardandosi attorno per ammirarne la magnificenza. O meglio fermarsi, chiudere gli occhi e ascoltare. Quando si riapriranno gli occhi i monumenti sembreranno totalmente diversi, perché il visitatore avrà una nuova visione del luogo.

La sua esperienza però, non deve andare perduta.

Quindi abbiamo aggiunto la sezione social network, permettendo al visitatore di lasciare un suo messaggio a tutti, a un suo gruppo di amici, o magari solo a se stesso, come ricordo personale. O infine a noi, del tam di Verba.



Perché solo-audio?

audio-only

Lavoriamo su racconti che possano raggiungere il visitatore nel modo più semplice ed intuitivo possibile. Per noi esseri umani il modo migliore per comunicare è il linguaggio verbale. Purtroppo la scienza del computer ha qualche peccato originale, tra cui il bisogno di scrivere su una tastiera. Solo da poco alcune società hanno capito che la voce umana è capace di dare comandi in linguaggio naturale, senza avere alcun tipo di esperienza con i computer. Basta scrivere sulla tastiera! Siri di Apple, Cortana di Windows e molti altri sistemi stanno lavorando sulla voce come sistema di controllo. E Verba non è da meno!



Storie

stories

Viviamo in mezzo a storie. Quello che impariamo sono storie, e sono la base della nostra conoscenza del mondo. Anche i nostri progetti personali sono storie che ci ripetiamo ogni giorno. Per capire la magnificenza delle nostre origini, e comprendere le tracce che ne rimangono, abbiamo bisogno un racconto. I siti archeologici non sono niente se non se ne conosce la loro importanza e il loro passato.
Ma chi racconta queste storie al vasto pubblico dei visitatori, dei turisti e anche dei ricercatori e degli studiosi? Da una parte c’è Verba, ma dall’altra ci sei anche tu.
Verba ti invia una serie di racconti quando la tua posizione è vicina ad un Punto di Interesse. E tu puoi lasciare il tuo commento ovunque nell’area dell’applicazione di Verba.
Lascia la tua storia sul social network di Verba. Puoi raccontarci qualcosa di speciale che nemmeno noi potremmo sapere. Lascia i tuoi racconti e le tue emozioni ad amici, colleghi o parenti. Lascia un messaggio a te stesso.
Lo troverai nello stesso punto, anche fra molti anni.
Tutto questo, e molto altro ancora, è Verba.



Schede

Oltre ai racconti ci sono delle descrizioni più tecniche sui monumenti e sui luoghi, per soddisfare la tua curiosità. Le abbiamo preparate per questo motivo. Cerca nella playlist i file segnati come “schede” e ascoltali.



La Bussola

Come sapere dove puoi trovare i racconti? Apri la bussola.
Qui potrai trovare i segnaposti che ti mostrano la posizione dei Punti di Interesse vicini a te. Aspetta e guarda, ogni punto cambia colore quando selezionato, e il suo nome e la distanza appariranno sotto la bussola.
Le distanze sono relative alla tua posizione. Potrai così raggiungere facilmente il punto di interesse nella direzione indicata dalla bussola integrata.



La Musica

piano

Gianfranco Plenizio ha scritto delle bellissime musiche appositamente per i racconti di Verba.

Queste musiche hanno un ruolo chiave nei nostri file audio. Non ascoltare solo le parole, ma lascia vagare la tua immaginazione in un territorio dove musica e parole si fondono insieme per offrirti una nuova esperienza narrativa.

E presto, grazie ai nuovi chipset 3D, potrai anche localizzare il suono nello spazio.



Cloud

Tutti i contenuti di Verba sono su Cloud.

In questo modo i file audio e le informazioni possono essere facilmente inviate a migliaia di visitatori in contemporanea. Senza alcun problema di quanti siano o dove si trovino.

Verba usa il nuovo sistema Cloud Microsoft Azure™. Azure è in grado di configurarsi in maniera dinamica per rispondere immediatamente a tutte le esigenze dei propri clienti. È il modo più semplice.




Come si usa Verba

È facile.
E dipende per lo più da te.
Puoi scegliere la lingua. Puoi registrarti, per usufruire di tutte le funzioni, o entrare come utente anonimo.
Come anonimo puoi solo ascoltare i racconti.
Se sei registrato puoi lasciare i tuoi messaggi, far parte di un gruppo, vedere la posizione degli altri membri del gruppo e trovare i messaggi che hai lasciato anche da casa, grazie al social network. Per lasciare il messaggio tocca il bottone rosso nell’interfaccia per la registrazione, registra, riascolta e poi invialo alla cloud. Puoi scegliere se renderlo pubblico, condiviso con il tuo gruppo, o privato. Il messaggio sarà salvato con il tuo nickname e le coordinate geografiche. Rimarrà nello stesso luogo dove l’hai lasciato. Per sempre.